Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Medical Meeting

Ipogonadismo maschile


I testicoli sono regolati dalla ghiandola pituitaria, che secerne le gonadotropine: LH ( ormone luteinizzante ) e FSH ( ormone follicolo-stimolante ).

La secrezione delle gonadotropine è regolata dall’ipotalamo mediante secrezione di LH-RH ( ormone rilasciante LH ) e dal feedback negativo esercitato dagli ormoni gonadici.

L’ipogonadismo maschile può presentarsi con deficienza di androgeni o infertilità dovuta ad oligospermia.

La deficienza di androgeni è sempre associata all’infertilità, mentre l’oligospermia spesso si presenta negli uomini con normali livelli di testosterone.

L’ipogonadismo maschile può essere dovuto a disturbi dei testicoli o a disfunzione della ghiandola pituitaria o dell’ipotalamo.

La cirrosi e l’insufficienza renale cronica alterano la secrezione di gonadotropina e la funzione testicolare.


Disturbi testicolari

- Sindrome di Klinefelter: i tubuli seminiferi non si sviluppano normalmente con conseguenti testicoli di ridotte dimensioni e senza spermatogenesi.
Il grado di deficienza androgenica varia da lieve a grave.

- Orchite virale: spesso causata dal virus della parotite.
Può portare ad atrofia testicolare, ma generalmente causa infertilità.
La deficienza androgenica si manifesta solo nei casi gravi.

- Alcol: può causare disfunzione testicolare sia direttamente che indirettamente ( cirrosi epatica ).

Disfunzione ipotalamica-pituitaria

- Iperprolattinemia nei maschi: è generalmente dovuta a macroadenoma pituitario secernente prolattina

- Sindrome di Kallman: consiste in una deficienza congenita di ormone rilasciante LH.

Nella maggior parte degli uomini adulti la deficienza androgenica si manifesta con una ridotta libido.
La disfunzione erettile in presenza di una normale libido è generalmente dovuta a disturbi neurologici o vascolari, oppure a farmaci, piuttosto che a deficienza androgenica.

Il trattamento della deficienza androgenica consiste nella somministrazione di Testosterone ( 150-250 mg intramuscolo ogni 2 settimane ).
Nella maggior parte degli uomini è sufficiente una dose di 200 mg.
Oppure può essere impiegato il cerotto( sistema transdermico ) al Testosterone ( Androderm ) al dosaggio usuale di 2.5-5 mg/die o il gel al Testosterone ( Androgel ) da applicarsi in modo topico.

Il trattamento con Testosterone può essere associato ad acne e ginecomastia.

Gli uomini di età superiore ai 50 anni dovrebbero sottoporsi a regolare screening per il tumore alla prostata.( Xagena2005 )

Endo2005


Indietro