Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Mediexplorer.it

Impatto degli analoghi della Somatostatina verso la chirurgia sul metabolismo del glucosio nella acromegalia


Ricercatori dell’Università Federico II di Napoli hanno condotto uno studio osservazionale, prospettico, comparativo, non-randomizzato per valutare l’impatto a 5 anni della chirurgia e della somministrazione degli analoghi della Somatostatina sul metabolismo del glucosio nell’acromegalia.

Sono stati coinvolti 100 pazienti ( età mediana 49 anni; 48 donne e 52 uomini ) raggruppati a seconda del trattamento: solo analoghi della Somatostatina ( gruppo A; n=34 ), analoghi della Somatostatina seguiti da chirurgia ( gruppo B; n=20 ), solo chirurgia ( gruppo C; n=30 ) e chirurgia seguita da analoghi della Somatostatina ( gruppo D; n=16 ).

Alla diagnosi il 28% dei pazienti ha mostrato ridotta tolleranza al glucosio e il 22% diabete mellito; i livelli di glicemia a digiuno ( 4.13-10.60 mmol/litro ) sono risultati meglio predetti dall’età ( t=2.88; P=0.0049 ) e dalla durata della malattia ( t=1.99; P=0.049 ).

Dopo 60 mesi, i livelli di glicemia a digiuno si sono risotti solo nel gruppo A ( -4.9% ), mentre non sono cambiati negli altri gruppi.
Nei 68 pazienti non diabetici al basale, i livelli di glicemia a digiuno sono aumentati, rispettivamente, di 0.7, 7.5, 4.3 e 4.3 ( P=0.28 ) dai gruppi A a D, rispettivamente.

La percentuale di cambiamento della glicemia a digiuno in tutti i pazienti trattati con analoghi della Somatostatina è stata pari a 1.9 e in quelli non-trattati è stata di 6.4 ( P=0.13 ).

In generale, la prevalenza dell’insorgenza di nuovi casi di diabete mellito durante il trattamento con analoghi della Somatostatina è stata di 9 su 55 ( 16.4% ) contro 3 su 23 dopo la chirurgia ( 13%, P=0.98 ).

Il peggioramento della tolleranza al glucosio è risultato correlato a un aumento dell’indice di massa corporea ( r=0.49; P
I risultati di questo studio hanno dimostrato un simile peggioramento nei livelli di tolleranza al glucosio dopo 60 mesi nei pazienti trattati con analoghi della Somatostatina o sottoposti ad intervento chirurgico.
L’aumento dell’indice di massa corporea è il maggior predittore di deterioramento della tolleranza al glucosio. ( Xagena2009 )

Colao A et al, J Clin Endocrinol Metab 2009; 94: 528-537


Endo2009 Farma2009


Indietro