Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Gastrobase.it

Il Raloxifene riduce i livelli di IGF-1 nelle donne con acromegalia


I Medici della Divisione di Endocrinologia dell’Ospedale Niguarda di Milano hanno valutato l’effetto del Raloxifene ( Evista , Optruma ), un SERM , sui livelli di GH/IGF-1 nelle donne con acromegalia.

Hanno preso parte allo studio 13 donne acromegaliche in post-menopausa di età compresa tra i 55 e gli 84 anni.
Nove pazienti erano resistenti agli analoghi della Somatostatina e agli agonisti della dopamina.
Il Raloxifene è stato somministrato al dosaggio di 60 mg/die.

Dopo 1 mese di trattamento con Raloxifene i livelli di IGF-1 si sono ridotti in modo significativo da 444 microg/l a 300 e si sono mantenuti stabili fino alla fine dello studio.

Una riduzione dei livelli di IGF-1 superiore al 30% dai valori basali è stata osservata in 10 pazienti ( soprattutto nelle donne con valori di IGF-1 più bassi di 600 microg/l ).

In 7 pazienti (54%) sono stati raggiunti valori normali di IGF-1.

I livelli di GH (ormone della crescita) non si sono invece modificati in modo statisticamente significativo.

La sospensione del Raloxifene ha comportato, nell’arco di 8 settimane, il ritorno dei valori di IGF-1 ai livelli di pretrattamento. ( Xagena2003 )

Attanasio R et al, Eur J Endocrinol 2003; 148:443-448


Endo2003 Farma2003


Indietro