Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Gastrobase.it

Associazione tra trattamento con Iodio radioattivo per tumore tiroideo differenziato pediatrico e della giovane età adulta e rischio di seconde neoplasie maligne primarie


Dagli anni '80, sia l'incidenza del tumore differenziato della tiroide ( DTC ) che l'uso del trattamento con Iodio radioattivo ( RAI ) sono aumentati notevolmente.
La RAI è stata associata a un aumentato rischio di leucemia, ma i rischi di seconde neoplasie solide rimangono non ben definiti.
Sono stati quantificati i rischi di secondi tumori maligni associati al trattamento RAI per tumore differenziato della tiroide nei bambini e nei giovani adulti, che sono più suscettibili degli anziani agli effetti tardivi delle radiazioni.

Utilizzando nove registri del cancro US SEER ( 1975-2017 ), sono stati stimati i rischi relativi ( RR ) per le neoplasie solide ed ematologiche associate a RAI ( sì versus no o sconosciuto ) utilizzando la regressione di Poisson tra i sopravvissuti a 5 o più anni e a 2 o più anni a tumore differenziato della tiroide non-metastatico, diagnosticati prima dei 45 anni, rispettivamente.

Tra i 27.050 sopravvissuti a 5 anni o più ( follow-up mediano=15 anni ), il trattamento con RAI ( 45% ) è stato associato a un aumentato rischio di neoplasie solide ( RR=1.23 ). I rischi erano aumentati per il tumore dell'utero ( RR=1.55 ) e non significativamente per i tumori delle ghiandole salivari ( RR=2.15 ), stomaco ( RR=1.61 ), polmone ( RR=1.42 ) e seno femminile ( RR=1.18 ).

I rischi di tumore mammario totale solido e femminile, il tipo di cancro più comune, sono stati più alti tra i sopravvissuti a tumore differenziato della tiroide di età maggiore o uguale a 20 anni ( RR solido=1.47; RR mammario=1.46 ).
Tra 32.171 sopravvissuti a 2 anni o più, RAI è stato associato a un aumentato rischio di neoplasie ematologiche ( RR=1.51 ), inclusa la leucemia ( RR=1.92 ).

Si è stimato che il 6% delle neoplasie solide e il 14% delle neoplasie ematologiche nei sopravvissuti a tumore differenziato della tiroide pediatrici e dei giovani adulti possono essere attribuibili a RAI.

Oltre alla leucemia, il trattamento con RAI per il tumore differenziato della tiroide dell'infanzia e della giovane età adulta è stato associato a un aumento del rischio di diversi tumori solidi, in particolare a più di 20 anni dall'esposizione, supportando la necessità di una sorveglianza a lungo termine di questi pazienti. ( Xagena2022 )

Pasqual E et al, J Clin Oncol 2022; 40: 1439-1449

Endo2022 Onco2022 Pedia2022 Farma2022


Indietro