Xagena Mappa
Medical Meeting
Mediexplorer.it
XagenaNewsletter

Acromegalia: carenza di ACTH, più alti dosaggi di Idrocortisone e radioterapia sono predittori indipendenti di mortalità


Studi retrospettivi hanno indicato che i pazienti con acromegalia vanno incontro ad aumentata morbilità e mortalità prematura con tassi standardizzati di mortalità di 1.3-3.

La maggior parte dei pazienti con acromegalia sviluppa ipopituitarismo come risultato dello stesso adenoma pituitario o di trattamenti quali la chirurgia e la radioterapia.

Anche la radioterapia pituitaria e l’ipopituitarismo sono stati associati a un aumento dei tassi di mortalità standardizzati.

Utilizzando il database West MIDLANDS: Acromegaly ( n=501; 275 donne ), un gruppo di ricercatori dell’University of Birmingham ( UK ) ha valutato l’influenza di una precedente radioterapia e dell’ipopituitarismo ( con terapia di sostituzione ) sulla mortalità in pazienti con acromegalia.

La durata mediana del follow-up è stata di 14 anni.

La mortalità per tutte le cause è risultata elevata [ tasso di mortalità standardizzata: 1.7; P
Nell’analisi esterna, precedente radioterapia, ACTH e carenza di gonadotropina sono risultate associate a un elevato tasso di mortalità standardizzata [ tasso di mortalità standardizzata con radioterapia: 2.1, P=0.006; con carenza di ACTH: 2.5, P
Nell’analisi interna, il rischio relativo ( RR ) di mortalità è risultato aumentato nei gruppi radioterapia [ RR=1.8; P=0.008 ] e carenza di ACTH [ RR=1.7; P=0.004 ], ma non in quelli con carenza di gonadotropina o TSH.

Nel gruppo con carenza di ACTH, un aumento della dose di terapia sostitutiva con Idrocortisone, maggiore di 25 mg/die, è risultato associato a un aumento della mortalità rispetto a dosi più basse.

In conclusione, la radioterapia e la carenza di ACTH sono associate in modo significativo a un aumento della mortalità in pazienti con acromegalia.
Nei pazienti con carenza di ACTH, una dose giornaliera superiore a 25 mg di Idrocortisone è associata a un aumento della mortalità rispetto a dosi più basse.
Questi risultati hanno importanti implicazioni per il trattamento dei pazienti con acromegalia e fanno riflettere sul regime ottimale di Idrocortisone in pazienti con carenza di ACTH. ( Xagena2009 )

Sherlock M et al, J Clin Endocrinol Metab 2009; 94: 4216-4223


Farma2009 Endo2009


Indietro